Elisa Bonaparte, che fu per breve tempo Principessa di Lucca e Piombino e Regina di Etruria, scelse, fra tutte le ville lucchesi, la villa di Marlia come sua residenza preferita. Pagò una cifra enorme per convincere gli Orsetti a vendergliela e iniziò un'intensa opera di trasformazione introducendo per la prima volta nell'area di Lucca la moda del giardino romantico all'inglese. Fortunatamente non tutte le parti del giardino barocco andarono distrutte e nella passeggiata attraverso lo splendido parco incontreremo testimonianze della sua lunga e movimentata storia. Come in ogni parco di villa che si rispetti però, non tutto è visibile al primo sguardo...sbirciate oltre la siepe!